clicca sul "+" per avere maggiori informazioni

Castelraimondo

-Museo “Maria Sofia Giustiniani Bandini” – Castello di Lanciano
Il castello realizza oggi una stupefacente " dimora-museo ", unica nel suo genere per le decorazioni, gli arredi, la ricca collezione di quadri, per il vissuto ad essa impresso dai Bandini e in particolare dall' ultima titolare, di grandi doti spirituali e culturali. La prima citazione del sito di Lanciano risale al 1240, con privilegio del cardinale Sinibaldo Fieschi, rettore della Marca, concedendolo al comune di Camerino, senza specificare quale fosse la funzione e l' utilizzo del luogo. Il nome di Lanciano viene poi menzionato nel testamento di Gentile II Da Varano il 28 gennaio 1350: " Domos omnes et molendina Lanciani ".
La fortezza divenne importante nel 1381-82, quando Giovanni Da Varano fece costruire una linea difensiva che da Pioraco giungeva a Monte Leteggie. Tali opere di fortificazione compresero l' edificazione di Torre Beregna (1381), la Torre del Parco (1381), la torre Porta di Ferro vicino al castello di Pioraco e l' ampliamento di Lanciano. La principessa Maria Sofia Giustiniani Bandini Gravina, ultima proprietaria di Lanciano, nel 1977, alla sua morte, ha assegnato l'intero patrimonio alla Curia Arcivescovile di Camerino. I restauri filologicamente scrupolosi non hanno mutato l' identità storica, estetica ed emozionale del luogo, mentre sagaci ritocchi nell' allestimento, hanno valorizzato pezzi particolari ed esaltato le atmosfere. Il castello continua ad essere immerso in un parco secolare, attraversato da corsi d' acqua derivati dal Potenza, parco che si estende lungo le strade che congiungono Camerino, Castelraimondo, Pioraco.
Dal 15 Settembre al 14 luglio: aperto solo i fine settimana e i giorni festivi con i seguenti orari 10.00-12.30 - 15.00-18.30.
Dal 15 di Luglio al 14 di Settembre: da martedì a domenica ore 10.00/12.00 - 15.00/18.00 - Aperto nei lunedì festivi.

Costo biglietto ingresso
Intero = 8,00
Castelraimondo
Indirizzo Loc. Lanciano
Telefono +39 0 737 641 663
Cellulare+39 335 758 925 1
approfondimenti
Proprietà: Privata
-Museo Civico
Il Museo è ubicato nel sottotetto del Palazzo Municipale, elegante costruzione neoclassica del 1867, adiacente alla torre mediovale del Cassero. E' stato istituito nel 1986 in seguito alle donazioni delle composizioni musicali, dei cimeli, delle memorie e dei manoscritti del maestro Ugo Bottacchiari (1874-1944) di Castelraimondo, da parte della figlia, insieme ai diritti musicali delle opere edite in Italia. La raccolta documentaria è costituita essenzialmente dal repertorio operistico del musicista marchigiano, mentre gran parte dei suoi manoscritti sono stati donati alla biblioteca del conservatorio " Giuseppe Verdi " di Milano. Vi sono comprese le composizioni liriche, in alcuni casi autografiche, con le partiture per canto, pianoforte e orchestra delle opere l'Ombra, Severo Torelli, Le Beffe dell'Amore, Maggiolata d'Oltre Mare, L'Uragano, Anime alla Deriva, Messa in Gloria, assieme a Melodrammi ispirati a Puccini e a Mascagni; Quest'ultimo, nel 1901 fu Maestro di Bottacchiari al Liceo Musicale " Rossini " di Pesaro. Oltre alle opere, la raccolta conserva materiale documentario che comprende lucidi, fotografie di rappresentazioni, dischi, locandine di stagioni teatrali che testimoniano la messa in scena, anche in tempi recenti, della prima e più conosciuta opera lirica di Bottacchiari , L'Ombra. Una rassegna stampa, diplomi, attestati e riconoscimenti ricevuti dal musicista in alcuni consorsi nazionali completano la raccolta, unica nel suo genere in ambito provinciale. Il Centro Studi Musicali " Ugo Bottacchiari " si interessa della diffusione e valorizzazione di questo importante patrimonio musicale, in parte tuttora da conoscere e pubbicare.
La raccolta documentaria è costituita essenzialmente dal repertorio operistico del musicista marchigiano, mentre gran parte dei suoi manoscritti sono stati donati alla biblioteca del conservatorio " Giuseppe Verdi " di Milano. Vi sono comprese le composizioni liriche, in alcuni casi autografiche, con le partiture per canto, pianoforte e orchestra delle opere l'Ombra, Severo Torelli, Le Beffe dell'Amore, Maggiolata d'Oltre Mare, L'Uragano, Anime alla Deriva, Messa in Gloria, assieme a Melodrammi ispirati a Puccini e a Mascagni; oltre alle opere, la raccolta conserva materiale documentario che che testimoniano la messa in scena, anche in tempi recenti, della prima e più conosciuta opera lirica di Bottacchiari , L'Ombra.
Aperto su prenotazione
Indirizzo Piazza della Repubblica, 12
Telefono +39 0 737 641 723
Proprietà: Comunale
-Raccolta Croce Verde
Chiuso
Indirizzo Carabinieri
Telefono +39 0 737 641 725
Proprietà: Comunale